Windows Phone Italy Hi-Tech Italy Mamme Domani inGame Sport 24 Ore Android Italy inGusto inDonna inApple   

Hi-Tech Italy

  • Amministrazione
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

In Rilievo

Vuoi collaborare con Hi-Tech Italy come articolista o come moderatore del forum? Mettiti alla prova: leggi qui come fare.

Tutte le news sui sistemi operativi per personal computer: Windows, Mac OS e Linux.

In Video

Samsung Galaxy S IV: la nostra recensione

La recensione approfondita del Samsung Galaxy S IV (GT-I9505), nuova ammiraglia degli smartphone Android di Samsung Electronics

 

Windows 10: la CNIL francese chiede a Microsoft di ridurre le informazioni degli utenti raccolte dal sistema operativo

E-mail Stampa PDF
Windows 10 smallWindows 10, prima ancora della sua commercializzazione, ma in modo ancora più evidente dopo il lancio, si è rivelata una delle versioni della piattaforma di Microsoft ad aver ottenuto il successo maggiore nel minor tempo, complice la disponibilità come aggiornamento gratuito per i primi 12 mesi, ma anche le tantissime novità che hanno contribuito ad attirare l'attenzione di milioni di persone spingendole ad installare il sistema operativo sul proprio dispositivo per godere delle moltissime nuove funzioni e al tempo stesso installando i periodici aggiornamenti che vanno a implementare continue novità.

Nelle prossime settimane sono previste due novità molto importanti legate a Windows 10. La prima riguarda il termine dei 12 mesi di aggiornamento gratuito, subito dopo il quale per installare Windows 10 sarà necessario acquistare la relativa licenza, e la seconda riguarda la disponibilità, qualche giorno dopo, dell'atteso Anniversary Update. Ma nel frattempo arrivano notizie che confermano come Windows 10 sia finito nella lente d'ingrandimento della CNIL francese, che ha ufficialmente intimato a Microsoft Corporation di ridurre drasticamente il numero di informazioni sensibili degli utenti raccolte attraverso il sistema operativo, pensa una sanzione che potrebbe portare anche a ulteriori provvedimenti nei confronti della società.

Leggi tutto...
 

Amazon: 150 milioni di euro per un nuovo centro di distribuzione nel Lazio

E-mail Stampa PDF
Amazon logoAmazon, fondato oltre 20 anni fa da Jeff Bezos, è riuscito ad imporsi da tempo come uno dei principali colossi dello shopping online, disponibile in decine di paesi diversi e con un catalogo di prodotti che copre tantissime categorie, assicurando ai clienti spedizioni rapide e prezzi sempre convenienti, senza dimenticare i periodici sconti che permettono di risparmiare in maniera consistente, come l'Amazon Prime Day, che nelle scorse settimane ha visto incrementare del 60% le vendite registrate a livello globale.

Il successo ottenuto costantemente, ha contribuito negli anni a permettere ad Amazon di espandersi in tutto il mondo, Italia compresa, dove la società può già contare su un grandissimo centro di distribuzione situato a Castel San Giovanni. Ed è proprio oggi che il colosso dell'e-commerce, ha annunciato un nuovo piano di investimenti di 150 milioni di euro in Italia, che porterà alla creazione di un secondo centro di distribuzione nel Lazio.

Leggi tutto...
 

Twitter: ora tutti possono richiedere la certificazione di account verificato

E-mail Stampa PDF
twitter nuovo logo okOgni giorno sono miliardi gli utenti che, da ogni parte del mondo, accede ai principali social network, ormai da molti anni a questa parte non più considerati una semplice moda passeggera, ma una parte sempre più importante della vita di tante persone che sfrutta queste piattaforme per comunicare con amici e familiari ma anche restare in contatto con persone lontane, aiutarsi a svolgere al meglio la propria attività lavorativa, soprattutto quando si tratta di un'attività commerciale da pubblicizzare, e molto altro ancora.

Se gli utenti comuni che si affidano a questi social network sono molti, altrettante sono le celebrità e i personaggi di spicco di ogni settore che usa queste piattaforme per tenersi in contatto con i propri followers, portando tuttavia alla nascita di inconvenienti che possono tradursi nella creazione di account falsi creati da utenti che cercano di farsi passare per VIP realmente esistenti. E' anche per contrastare questo fenomeno che da tempo realtà del calibro di Facebook e Twitter hanno introdotto un sistema di verifica che consente di riconoscere gli account reali da quelli falsi. Ma è Twitter che, in questi giorni, ha annunciato l'intenzione di aprire a tutti gli utenti la possibilità di seguire il processo di verifica dei profili per creare un account verificato.

Leggi tutto...
 

Pokèmon GO: ESET scopre tre app false che scaricano malware. Ecco come giocare in sicurezza.

E-mail Stampa PDF
ESET logoE' ormai da qualche settimana che è letteralmente scoppiata nel mondo una vera e propria Pokèmon-mania, da quando Nintendo ha reso disponibile su smartphone e tablet Android e iOS il nuovo Pokèmon GO, un gioco che sfruttando la realtà aumentata consente ai giocatori di andare a caccia di Pokèmon nella vita reale, cercando di ottenere le creature più rare e difficili da trovare e permettendo così ad ogni cacciatore di Pokèmon di creare la propria collezione personale non più direttamente da casa, ma costringendo gli utenti a muoversi in ambienti diversi per variare.

Il gioco è in breve tempo diventato virale con milioni di download in tutto  il mondo e giocatori di tutte le età letteralmente catturati da Pokèmon GO. Ma come avviene ogni volta che "esplode" una nuova moda in ambito tecnologico, non è solo l'attenzione degli utenti comuni ad essere attirata, ma anche quella dei cyber-criminali che sfruttano la popolarità di servizi e applicazioni per tentare di svolgere le proprie attività illecite rubando i dati sensibili delle persone che cadono nella loro rete. La società ESET, specializzata in sicurezza informatica, ha confermato di aver scoperto, di recente, ben tre diverse applicazioni false legate proprio al fenomeno Pokèmon GO, che una volta installate sui dispositivi consentivano ai criminali di installare pericolosi malware.

Leggi tutto...
 

WhatsApp: nuovo stop e riattivazione dell'app in Brasile

E-mail Stampa PDF
WhatsApp logoSi è parlato in molte occasioni di WhatsApp da quando l'applicazione ha fatto il suo debutto ufficiale su dispositivi mobili, soprattutto considerando che, al tempo, nessuno poteva immaginare che negli anni successivi questo software sarebbe diventato uno degli strumenti di comunicazione istantanea preferiti da oltre 1 miliardo di utenti che ogni mese si affida alla piattaforma per inviare messaggi, effettuare chiamate vocali e condividere contenuti personali con amici e familiari in ogni parte del mondo.

Il successo mondiale di WhatsApp ha spinto Facebook, nel 2014, a sborsare una cifra impressionante per l'acquisizione della società guidata dal CEO e co-fondatore Jan Koum, ma se da un lato l'azienda continua ad ottenere risultati positivi in termini di utilizzo da parte degli utenti, soprattutto in seguito all'integrazione della crittografia end-to-end per le comunicazioni scambiate attraverso l'app, WhatsApp continua a trovarsi al centro delle attenzioni delle autorità di diversi paesi, soprattutto in Brasile, dove per l'ennesima volta in meno di un anno, un altro giudice ha imposto il blocco dell'applicazione nel paese, ma non è passato tanto tempo prima che l'app venisse riattivata.

Leggi tutto...
 

R1: ecco il robot umanoide per uso domestico sviluppato a Genova

E-mail Stampa PDF
tecnologiaIl settore della robotica, in concomitanza con gli enormi passi avanti fatti nel campo dell'intelligenza artificiale su cui molti ricercatori continuano a lavorare da tutto il mondo, ha certamente registrato risultati sempre più interessanti con lo sviluppo di robot tecnologicamente avanzati in grado sempre più di rispondere alle esigenze degli esseri umani, contribuendo a creare un mondo nel quale la futura introduzione sul mercato di robot intelligenti e utili per l'uomo non è più limitata alla fantascienza, ma ad una realtà tutt'altro che lontana con la possibilità di veder entrare nelle nostre case robot in grado di rispondere alle nostre domande e aiutarci nelle azioni quotidiane più comuni.

Un nuovo e importante passo avanti è stato fatto di recente dall'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, che ha presentato ufficialmente  al pubblico il nuovo R1 - Your personal Humanoid, questo il nome completo del nuovo robot tutto italiano che in futuro molto più vicino di quanto si pensi sarà in grado di rendersi utile per svolgere azioni semplici all'interno delle case, ma anche in ambienti di lavoro dinamici dove è necessario rispondere prontamente alle esigenze degli esseri umani.

Leggi tutto...
 

Softbank Group Corporation conferma acquisizione di ARM Holdings. Accordo record da 32.2 miliardi di dollari

E-mail Stampa PDF
tecnologiaQuante volte è capitato, guardando ad esempio agli ultimi anni, di assistere ad imponenti acquisizioni portate a termine nel settore dell'industria tecnologica e di internet, con accordi che raggiungono spesso cifre stellari da miliardi di dollari e che permettono a colossi del settore di incrementare la propria presenza sul mercato potendo in questo modo accedere a nuovi prodotti e tecnologie innovative ed espandendo la propria influenza in settori potenzialmente più proficui. Si tratta di un "film" già visto in molte occasioni, ma che ogni volta non manca di stupire, soprattutto quando le acquisizioni coinvolgono veri e propri colossi finanziari e quando si parla, nello specifico, di cifre astronomiche come avvenuto in questi ultimi giorni.

Il colosso giapponese SoftBank Group Corporation, ha deciso di confermare ufficialmente di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione di ARM Holdings, la celebre azienda inglese responsabile della tecnologia integrata in alcuni dei dispositivi mobili più popolari attualmente sul mercato realizzati da aziende del calibro di Samsung, Apple e Huawei, solo per citarne alcune. Ciò che risulta ancora più incredibile di questo accordo, è la cifra che SoftBank dovrà sborsare, pari a 24.3 miliardi di sterline (quasi 30 miliardi di euro), la cifra più alta pagata dalla giapponese per un'acquisizione.

Leggi tutto...
 

Il futuro del trasporto pubblico potrebbe essere la guida autonoma. Mercedes testa "Future Bus"

E-mail Stampa PDF
Mercedes LogoLa guida autonoma è un campo che già da diversi anni a questa parte ha attirato l'attenzione di importanti esponenti dell'industria automobilistica globale, che hanno ribadito il proprio interesse nei confronti delle opportunità che le tecnologie per la guida autonoma saranno in grado di offrire nel trasporto del futuro, investendo risorse importanti nello sviluppo di queste soluzioni.

Le prime auto a guida completamente autonoma, come noto, difficilmente potranno approdare sul mercato prima dei prossimi quattro anni, ma intanto proseguono i test effettuati nel mondo, e l'ultima novità arriva da Mercedes, che ha avviato una serie di nuovi test su Future Bus, descritto come un progetto che prevede l'integrazione della guida autonoma sui mezzi di trasporto pubblico del futuro.

Leggi tutto...
 

Apple: proposto un nuovo sistema di royalties che potrebbe contrastare Spotify e YouTube

E-mail Stampa PDF
Apple logoE' da diversi anni ormai che le piattaforma di musica in streaming sono entrati a far parte della vita di milioni di utenti, offrendo un modo ancora più semplice e intuitivo per accedere alla propria musica preferita anche da dispositivi mobili, permettendo di riprodurre in streaming cataloghi digitali composti da decine di milioni di canzoni, e in tal senso Spotify, che continua a confermarsi il servizio di musica in streaming più popolare al mondo, offre l'accesso ad una versione a pagamento che non presenta limiti di alcun genere, ma anche una versione gratuita che, attraverso contenuti pubblicitari e qualche limitazione permette di ascoltare musica senza spendere soldi.

E' proprio quest'ultima versione che sarebbe alla base del successo di Spotify, che conta oltre 100 milioni di utenti attivi ogni mese, di cui 30 milioni disposti a pagare l'abbonamento mensile. Il principale rivale della piattaforma svedese, considerato Apple Music con i suoi 15 milioni di abbonati, ed è proprio dal colosso di Cupertino che in questi giorni sarebbe arrivata una proposta al Copyright Royalty Board, alla base della quale ci sarebbe la voglia di utilizzare un sistema di royalties più semplice e facile da comprendere, ma che allo stesso tempo oltre a fornire ai detentori di copyright guadagni maggiori, andrebbe inevitabilmente a creare un ostacolo per tutti quei servizi come Spotify e YouTube, che offrono un modello di musica in streaming gratuito.

Leggi tutto...
 

Google: abbandonato lo sviluppo di un visore per la realtà virtuale standalone?

E-mail Stampa PDF
Google nuovo logoQuanto la tecnologia conosciuta come realtà virtuale sarà in grado di cambiare l'intrattenimento del futuro in maniera radicale lo sapremo solo nel corso dei prossimi anni ma nel frattempo è innegabile che questa tecnologia innovativa stia entrando sempre di più nella vita delle persone, offrendo la possibilità, attraverso l'uso di appositi visori, di immergere gli utenti all'interno di esperienze ancora più coinvolgenti, permettendo di vivere in prima persona ciò che si sta guardando e spingendo un numero sempre maggiore di aziende ad investire in questo settore dalle molte opportunità di crescita.

Tra i colossi che hanno deciso di raccogliere le opportunità offerte da questo ambiente troviamo anche Google, che di recente ha presentato al pubblico la piattaforma DayDream, e che secondo recenti indiscrezioni avrebbe persino iniziato a lavorare ad un proprio visore per la realtà virtuale standalone. Ed è proprio questo dispositivo che, secondo alcune nuove indiscrezioni, sarebbe stato momentaneamente abbandonato dal colosso di Mountain View, che avrebbe invece deciso di puntare sullo sviluppo di software legati al VR piuttosto che impegnarsi nella produzione di hardware.

Leggi tutto...
 
Pagina 1 di 1277
Acquista un iPhone 5 o un Samsung Galaxy scontati del 90%, aste al centesimo Bidscream

"Nessuna classe tecnologica è definibile 'hi-tech', e la definizione stessa varia con il passare del tempo, cosa che ha portato gli uffici marketing delle varie aziende a descrivere via via praticamente ogni prodotto come high tech"

Abbonati al Feed RSS Segui il canale YouTube Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter Diventa Fan su Facebook Seguici su FriendFeed
Diego Magnani è Microsoft MVP - Windows Mobile

Windows Phone Italy fa parte del gruppo Mobius di Microsoft

Magicland
Miragica

Website Translation

English French German Italian Portuguese Russian Spanish

Sondaggi

Quale vorresti fosse l'argomento della prossima rubrica di Hi-Tech Italy?
 





Cerca un Prodotto:

QR Code

QR Code di Hi-Tech Italy

Chi è online

 521 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information