Windows Phone Italy Hi-Tech Italy Mamme Domani inGame Sport 24 Ore Android Italy inGusto inDonna inApple   

Hi-Tech Italy

  • Amministrazione
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

In Rilievo

Vuoi collaborare con Hi-Tech Italy come articolista o come moderatore del forum? Mettiti alla prova: leggi qui come fare.

Tutte le news sui sistemi operativi per personal computer: Windows, Mac OS e Linux.

In Video

Seguiteci su Facebook

Vi aspettiamo sulla Pagina Facebook di Hi-Tech Italy per commentare le news, dire la vostra, chiacchierare, confrontarci e partecipare a contest e sondaggi SMILEYS_SMILE

 

Amazon ci riprova. Nome in codice "Ice" per il successore dello sfortunato Fire Phone

E-mail Stampa PDF
Amazon logoSi è distinta a livello globale come uno dei più importanti colossi dell'e-commerce esistenti, e ogni anno può contare su un fatturato di miliardi di dollari che dimostrano l'enorme popolarità che la multinazionale può vantare in tutto il mondo, ampliando costantemente i servizi a disposizione del pubblico e puntando sempre più in alto, fino a decidere ormai da diversi anni a questa parte, di investire parte delle sue risorse nella produzione di hardware, scelta che si è rivelata saggia se si pensa che la linea di tablet Fire creata da Amazon continua a generare riscontri positivi in termini di vendite, e che per questo motivo la società periodicamente rinnova il suo catalogo per migliorare la tecnologia alla base dei suoi prodotti mantenendo comunque competitivo il prezzo.

Si tratta di una strategia vincente quella adottata da Amazon con i suoi tablet, ma che sfortunatamente non si è tradotta in un successo commerciale quando, nel 2014, Amazon ha svelato al pubblico Fire Phone, il suo primo smartphone dotato di una particolare tecnologia che non è bastata a raggiungere l'interesse del pubblico, confermandosi uno dei peggiori flop commerciali registrati dall'azienda fondata da Jeff Bezos. Dopo questa cocente delusione, ormai ampiamente superata, Amazon sembra aver deciso di riprovarci, almeno stando alle ultime indiscrezioni trapelate online. Sembra infatti che Amazon stia lavorando ad una nuova linea di smartphone che potrebbero cambiare la strategia adottata in passato, a partire dal sistema operativo utilizzato che, quasi certamente, sarà Android.

Leggi tutto...
 

Essential: dopo lo smartphone modulare punta agli occhiali con realtà aumentata

E-mail Stampa PDF
tecnologiaIl settore degli smartphone è senza dubbio uno dei più competitivi nel panorama mondiale, e non può che essere così considerando che il numero di smartphone venduti ogni anno supera abbondantemente il miliardo, raggiungendo numeri da record nonostante i dati della crescita annuale siano diminuiti in maniera consistente rispetto al passato negli ultimi anni, ma nonostante questo si tratta  di un mercato ancora florido che vede impegnate centinaia di aziende in tutto il mondo, e che rende senza dubbio complicato per le piccole realtà riuscire nel difficile compito di farsi notare dal pubblico.

Nonostante questo esistono aziende che riescono dal debutto sul mercato a distinguersi rispetto alla concorrenza. Un esempio di quanto appena detto è certamente Essential, la nuova azienda fondata da Andy Rubin, considerato il creatore del sistema operativo mobile Android. Proprio Essential nel corso dell'evento Computex 2017 di Taipei ha annunciato il suo primo smartphone, un dispositivo modulare dotato di una scheda tecnica di rilievo e di un design essenziale. Ed è proprio sotto la nuova azienda che Andy Rubin sembra intenzionato a svelare in futuro anche qualcosa di diverso. Nello specifico si tratterebbe di un paio di occhiali dotati di funzioni per la realtà aumentata, una tecnologia di cui si è già parlato molto negli ultimi anni e che, insieme alla realtà virtuale, potrebbe contribuire a rivoluzionare il modo in cui le persone interagiscono con la tecnologia.

Leggi tutto...
 

Nintendo Switch: nuovi dettagli sul servizio online in arrivo nel 2018

E-mail Stampa PDF
Nintendo logoNintendo Switch è la nuova console casalinga creata dalla celebre casa giapponese di videogiochi, accompagnata nel corso degli anni da numerose indiscrezioni che hanno anticipato molti dettagli fino all'attesissima commercializzazione avvenuta ormai tre mesi fa e che ha segnato un importante successo per l'azienda, che si avvicina alle 3 milioni di unità vendute fino a questo momento lasciando ben sperare anche per i prossimi mesi, come dimostrano le recenti rivelazioni secondo le quali il colosso giapponese avrebbe incrementato la produzione per arrivare a realizzare 18 milioni di unità entro la fine dell'anno fiscale che si concluderà a marzo 2018.

In attesa di scoprire quali saranno i risultati di vendita e in vista dell'E3 2017 di Los Angeles ormai alle porte, che permetterà a Nintendo di svelare ulteriori novità videoludiche destinate alla sua nuova console, compresi alcuni dei titoli più attesi per i prossimi mesi, arrivano direttamente dal Giappone nuove anticipazioni su un altro aspetto importante di Switch, il comparto online accessibile attraverso la sottoscrizione di un abbonamento. Sappiamo già che il servizio in abbonamento di Nintendo arriverà nel corso del 2018, ma in attesa di allora, ecco qualche prezioso dettaglio.

Leggi tutto...
 

IDC: cresce il mercato dei visori VR. Samsung è al primo posto nel Q1 2017

E-mail Stampa PDF
tecnologiaE' ormai da diversi anni che la realtà aumentata e la realtà virtuale hanno iniziato a registrare risultati decisamente positivi sul mercato, invadendo i negozi, soprattutto per quanto riguarda i visori VR, dimostrando al pubblico le reali potenzialità di questa tecnologia che promette di offrire al pubblico la possibilità di vivere nuove e spettacolari esperienze d'intrattenimento, attirando l'interesse di molti colossi della tecnologia interessati ad investire in questo mercato in continua espansione.

E' proprio negli ultimi anni che tantissime aziende, da Samsung Electronics a Google fino ad arrivare ad HTC, Facebook, Sony e molte altre hanno deciso di incrementare i propri sforzi in questo settore per attirare l'interesse di un pubblico molto ampio. Ed è proprio in merito a questo argomento che la società International Data Corporation (IDC), ha diffuso per la prima volta i dati relativi alle vendite di visori per la realtà virtuale durante il primo trimestre 2017, che mostrano un risultati decisamente positivi che fanno ben sperare anche per il futuro.

Leggi tutto...
 

Ryonghung iPad: ecco il tablet nordcoreano che copia Apple, ma solo nel nome

E-mail Stampa PDF
tecnologiaLa tecnologia negli ultimi decenni ha fatto enormi passi da gigante portando allo sviluppo di soluzioni innovative che contribuiscono alla nascita di prodotti e servizi in grado di migliorare e semplificare la vita delle persone, e se in Occidente assistiamo in maniera costante a questi progressi, assistendo continuamente alla commercializzazione di prodotti destinati a tutte le tasche ed esigenze di ogni utente, esistono paesi in cui ad essere in pericolo sono persino i diritti umani dei suoi abitanti, che devono fare i conti con restrizioni economiche e politiche che riducono drasticamente la qualità della vita, a causa di vere e proprie dittature che controllano ogni aspetto importante dei diversi territori.

E' innegabile come in questa categoria rientri anche la Corea del Nord, paese controllato da Kim Jong-un che negli ultimi mesi in particolare è finito al centro dell'attenzione per i forti attriti generati con gli Stati Uniti d'America, tra prove di forza e test missilistici che continuano a creare non poche preoccupazioni agli occhi della gran parte dei paesi del globo. Ed è proprio dalla Corea del Nord che arriva quella che, a tutti gli effetti, appare come una nuova provocazione sul fronte tecnologico. E' proprio in Corea del Nord che, in questi giorni è stato lanciato un nuovo dispositivo. Si tratta di un tablet ma ciò che colpisce non sono le caratteristiche ma il nome. Si chiama Ryonghung iPad, e copia appunto il nome del celebre tablet creato da Apple.

Leggi tutto...
 

LG G7 sarà alimentato dal processore Qualcomm Snapdragon 845?

E-mail Stampa PDF
LG Electronics logoIl 2017 per LG Electronics era stato descritto come l'anno del riscatto sul fronte smartphone, soprattutto dopo che la commercializzazione del modello G5 lanciato nel 2016 non è riuscito a convincere gran parte del pubblico forse a causa del particolare design modulare che non è riuscito a convincere i consumatori a spendere soldi per l'acquisto di moduli aggiuntivi per l'accesso a funzionalità avanzate, un fattore questo che da molti è stato considerato tra le cause principali dell'insuccesso ottenuto dal terminale.

Con LG G6, presentato in occasione del Mobile World Congress 2017, LG ha deciso di rivedere le sue scelte passate, realizzando uno smartphone di ottima qualità sia sotto il profilo del design che appare con cornici molto sottili e sfrutta un display dotato della tecnologia Full Vision, sia per quanto riguarda la scheda tecnica che punta su specifiche di tutto rispetto che assicurano ottime performance. L'unica nota dolente è stata la necessaria scelta intrapresa per il processore integrato nel terminale, lo Snapdragon 821 di Qualcomm. Ed è proprio per impedire che ciò accada anche il prossimo anno che, stando alle ultime indiscrezioni, LG avrebbe scelto di lavorare con Qualcomm al prossimo processore Snapdragon 845, che dovrebbe alimentare il prossimo smartphone di punta del produttore coreano.

Leggi tutto...
 

ESET: 1 giovane su 2 ammette di navigare su internet durante la notte

E-mail Stampa PDF
ESET logoCon una popolazione di oltre 3 miliardi di persone nel mondo che ha accesso ad internet, si discute ormai da molto tempo degli enormi benefici ma anche dei tanti pericoli che la rete nasconde, tra l'attività dei cyber-criminali che tentano di sfruttare le vulnerabilità dei sistemi di sicurezza per arricchirsi ai danni di persone, aziende e organizzazioni, e l'azione dei malintenzionati che sfruttano l'anonimato assicurato dal web per compiere azioni altrettanto gravi, ad esempio adescando minori che navigano liberamente su internet senza un adeguato controllo da parte dei genitori, creando un rischio per la sicurezza che non può essere sottovalutato.

Che l'età dei giovani che accedono ad internet per la prima volta continui a diminuire anno dopo anno è già ampiamente noto, e se da un lato questo può essere positivo per le enormi opportunità che la rete è in grado
di offrire, allo stesso tempo è necessario il controllo di un adulto per evitare conseguenze inaspettate. Tende quindi a preoccupare un fenomeno sempre più diffuso anche in Italia che prende il nome di "vamping", e che mostra sempre più giovanissimi navigare su internet per diverse ore durante la notte, nella maggior parte dei casi all'insaputa dei genitori.

Leggi tutto...
 

WhatsApp: versione fake dell'app rimossa dal Google Play Store. Ma i download sono stati oltre 100.000

E-mail Stampa PDF
WhatsApp logoWhatsApp ormai da diversi anni si è trasformata in una delle principali app di messaggistica istantanea presenti sugli store digitali, utilizzata ogni mese da oltre 1.2 miliardi di utenti e in continua evoluzione grazie al lavoro degli sviluppatori che implementano funzioni sempre più avanzate, permettendo di decidere come comunicare con le altre persone, ma anche di condividere contenuti personali, trasformando l'app in una delle più apprezzate anche dai giovani ma attirando anche l'interesse di molti cyber-criminali che in maniera costante sfruttano la popolarità dell'app per far cadere nella propria rete quanti più utenti possibile.

Delle truffe che girano attraverso WhatsApp si è parlato spesso, puntando soprattutto sulle catene di sant'antonio che cercano di coinvolgere un numero quanto più grande possibile di soggetti ingenui. Uno degli esempi più recenti, che periodicamente torna alla ribalta è il messaggio fake che chiede di rinnovare il proprio account WhatsApp pagando 0,99 centesimi. L'ultima scoperta legata alla celebre app di messaggistica, tuttavia, riguarda nello specifico il Google Play Store. Stiamo parlando di una versione fasulla di WhatsApp apparsa sul Play Store di Google, che ormai è stata rimossa, ma prima che ciò accadesse l'app è stata scaricata almeno 100.000 volte.

Leggi tutto...
 

Google Play Music offre ora 4 mesi di prova gratuita ai nuovi iscritti

E-mail Stampa PDF
Google Play Music logoIl settore delle piattaforme di musica in streaming è ricco di servizi concorrenti che offrono ogni genere di funzione ai propri clienti per godere al meglio della propria musica preferita in qualsiasi momento e luogo ci si trovi, e se in questa categoria continua a dominare Spotify con oltre 100 milioni di utenti attivi e 50 milioni di abbonati disposti a pagare ogni mese per poter accedere a funzioni aggiuntive, non mancano i competitor, Apple Music in testa che continua ad ottenere un consenso sempre maggiore registrando numeri interessanti.

Anche il colosso di Mountain View già da diversi anni a questa parte ha deciso di entrare in questo mercato con il suo servizio Google Play Music, che offre decine di milioni di brani da ascoltare e tantissime funzioni utili per godere al meglio della propria esperienza di ascolto. L'estate è ormai alle porte ed è proprio in questo periodo che Google ha deciso di andare incontro ai nuovi potenziali iscritti alla sua piattaforma di musica in streaming, offrendo un imperdibile opportunità che darà modo di provare il servizio, gratuitamente, per ben 4 mesi.

Leggi tutto...
 

Apple lavora ad un chip dedicato all'IA

E-mail Stampa PDF
Apple logoL'intelligenza artificiale è da molti anni entrata a far parte delle nostre vite, e ogni giorno chiunque usi uno smartphone con le tante app a disposizione beneficia dei complessi algoritmi alla base di queste tecnologie, che da tempo riescono a comprendere il comportamento delle persone per fornire l'accesso a servizi sempre più attenti alle esigenze di ogni utente, raggiungendo traguardi notevoli che continuano a rendere questi strumenti sempre più avanzati e in grado di svolgere azioni complicate.

Già da diversi anni sempre più diffusi continuano ad essere gli assistenti virtuali che, a partire dal lancio di Apple Siri hanno preso piede rispondendo ai comandi vocali degli utenti, e se il colosso di Cupertino è stata una delle prime aziende hi-tech a mostrare al mondo le enormi potenzialità dell'intelligenza artificiale, sembra proprio che
adesso la multinazionale guidata da Tim Cook stia lavorando a qualcosa di ancora più complesso. L'obiettivo sarebbe quello di sviluppare un processore da integrare nei suoi dispositivi interamente dedicato all'intelligenza artificiale.

Leggi tutto...
 
Altri Articoli...
Pagina 6 di 1325
Acquista un iPhone 5 o un Samsung Galaxy scontati del 90%, aste al centesimo Bidscream

"Nessuna classe tecnologica è definibile 'hi-tech', e la definizione stessa varia con il passare del tempo, cosa che ha portato gli uffici marketing delle varie aziende a descrivere via via praticamente ogni prodotto come high tech"

Abbonati al Feed RSS Segui il canale YouTube Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter Diventa Fan su Facebook Seguici su FriendFeed
Diego Magnani è Microsoft MVP - Windows Mobile

Windows Phone Italy fa parte del gruppo Mobius di Microsoft

Magicland
Miragica

Website Translation

English French German Italian Portuguese Russian Spanish

Software Antivirus

Avere sempre un software antivirus funzionante è di vitale importanza per preservare la sicurezza del proprio computer mentre si naviga in rete. Si consiglia di visitare il sito Virusdirect.it per confrontare i principali software antivirus sul mercato, con possibilità di acquistare quello più adatto alle proprie esigenze.

Sondaggi

Quale vorresti fosse l'argomento della prossima rubrica di Hi-Tech Italy?
 





Cerca un Prodotto:

QR Code

QR Code di Hi-Tech Italy

Chi è online

 649 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information