Windows Phone Italy Hi-Tech Italy Mamme Domani inGame Sport 24 Ore Android Italy inGusto inDonna inApple   

Hi-Tech Italy

  • Amministrazione
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

In Rilievo

Vuoi collaborare con Hi-Tech Italy come articolista o come moderatore del forum? Mettiti alla prova: leggi qui come fare.

Tutte le news sui sistemi operativi per personal computer: Windows, Mac OS e Linux.

In Video

Uno smartphone per la lettura della retina
ospedaleDopo le cover divertenti, quelle luminose per selfie al buio o con batteria incorporata per ricaricare il telefono, arriva la cover che trasforma l'iPhone in un utile strumento per l'ambulatorio di un pediatra o di un oculista: l'oftalmoscopio per l'analisi del fondo dell'occhio. Si chiama D-Eye ed è l'invenzione di Andrea Russo, oculista della clinica Oftalmologica dell'Università di Brescia.

Il Dott. Andrea Russo, oculista e ricercatore presso l’Università di Brescia ha quindi ideato D-EYE con lo scopo di migliorare l’accesso ai servizi di screening per le persone con patologie oftalmiche. Il sistema di screening retinico D-EYE rappresenta un approccio innovativo ed economico per lo screening retinico, ed è inoltre l’unico oftalmoscopio veramente portatile in grado di fotografare digitalmente il fundus dell’occhio, abbastanza piccolo per essere portato dappertutto e senza la necessità di una fonte di energia esterna. Il dispositivo D-EYE si attacca semplicemente allo smartphone.

Home News Varie Italiani sempre più mobile. 6 minuti su 10 trascorsi su Facebook o WhatsApp

Italiani sempre più mobile. 6 minuti su 10 trascorsi su Facebook o WhatsApp

E-mail Stampa PDF
InternetQuella che è stata plasmata soprattutto nell'ultimo decennio è una società che sempre più si affida all'uso di tecnologie e soprattutto connessa alla rete, con oltre 3 miliardi di persone che hanno accesso ad internet e molte di queste utilizzano il web anche in mobilità utilizzando dispositivi come smartphone e tablet per restare connessi e comunicare in qualsiasi momento, generando in determinati casi quasi un'ossessione che spinge a controllare continuamente lo schermo del terminale.

I dati legati all'Italia nel corso degli ultimi anni stanno evidenziando un incremento importante del numero di persone che accede alla rete e usufruisce delle molte opportunità assicurate da un mezzo del genere. Sono i dati diffusi da comScore e aggiornati a dicembre 2016 che confermano come, nel nostro paese, la popolazione si mostra sempre più connessa, in particolare trainata dalla crescita dell'utenza mobile.

comScore internet mobile

Già nei mesi passati è stato evidenziato come gli utenti che accedono alla rete lo hanno fatto maggiormente dallo smartphone rispetto al PC, un trend che evidenzia l'enorme diffusione che i dispositivi mobili continuano a generare rispetto ai tradizionali desktop, per l'evidente comodità di poter cercare qualunque informazione anche fuori casa, e i dati evidenziati da comScore compresi nel rapporto "Internet in Italia - I Trend del 2017", mostra numeri in linea con quanto già evidenziato da tempo.

Prendendo in considerazione i numeri aggiornati al mese di dicembre 2016, gli analisti di comScore confermano che al mese preso in considerazione, sono risultati 2 su 3 gli italiani connessi ad internet, pari a circa il 65% della popolazione, ma questo incremento è stato generato dall'aumento di persone che, rispetto al 2015, hanno avuto accesso alla rete da dispositivi mobili, numero cresciuto del 12% nell'arco di un anno.

In particolare comScore ha preso in considerazione il traffico internet in Italia legato ai soli smartphone e tablet, evidenziando come i contenuti preferiti dagli utenti mobile siano stati principalmente social network e applicazioni di messaggistica. Un esempio è dato dal fatto che almeno 6 minuti su 10 sono stati utilizzati dagli utenti per accedere a piattaforme come Facebook o WhatsApp, al contrario di quanto avviene in altri paesi come gli USA, dove gli utenti mobile fruiscono maggiormente di contenuti legati all'intrattenimento.

Questo, comunque, non significa che gli italiani "mobile" non utilizzino lo smartphone per visualizzare contenuti multimediali. Secondo i dati diffusi da comScore, sarebbero attualmente 4.4 milioni le persone che quasi quotidianamente guardano video sul proprio smartphone, un trend in continua crescita che in futuro potrebbe crescere ulteriormente creando nuove opportunità per chi opera nel settore dello streaming online..

Considerando questi numeri, non stupisce che il mercato dei PC desktop continui a registrare un costante declino ormai da diversi anni a questa parte.


PLEASE_REGISTER_TO_ADD_COMMENTS oppure discutine nel Forum di discussione.
Per ricevere tutti gli aggiornamenti del sito iscriviti alla newsletter o sottoscrivi il Feed RSS, oppure seguici in tempo reale su Twitter.
 
Acquista un iPhone 5 o un Samsung Galaxy scontati del 90%, aste al centesimo Bidscream

"Nessuna classe tecnologica è definibile 'hi-tech', e la definizione stessa varia con il passare del tempo, cosa che ha portato gli uffici marketing delle varie aziende a descrivere via via praticamente ogni prodotto come high tech"

Abbonati al Feed RSS Segui il canale YouTube Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter Diventa Fan su Facebook Seguici su FriendFeed
Diego Magnani è Microsoft MVP - Windows Mobile

Windows Phone Italy fa parte del gruppo Mobius di Microsoft

Magicland
Miragica

Website Translation

English French German Italian Portuguese Russian Spanish

Sondaggi

Quale vorresti fosse l'argomento della prossima rubrica di Hi-Tech Italy?
 





Cerca un Prodotto:

QR Code

QR Code di Hi-Tech Italy

Chi è online

 999 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information