Windows Phone Italy Hi-Tech Italy Mamme Domani inGame Sport 24 Ore Android Italy inGusto inDonna inApple   

Hi-Tech Italy

  • Amministrazione
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

In Rilievo

Vuoi collaborare con Hi-Tech Italy come articolista o come moderatore del forum? Mettiti alla prova: leggi qui come fare.

Tutte le news sui sistemi operativi per personal computer: Windows, Mac OS e Linux.

In Video

Ordinare il cibo tramite facebook
Facebook logoSi chiama Order Food l'opzione di Facebook che per permette(rà) di ordinare il cibo, a pranzo o a cena, senza neppure uscire dall'app. Dalla sua nascita, nei primi anni 2000, facebook è divenuto il social network più popolare e ad oggi, conta un numero vastissimo d iscritti. Nonostante ciò è sempre più in voga e viene utilizzato sempre più spesso sia dai ragazzini che dagli anziani, che nel loro piccolo diventano anch'essi sempre più digital.

Di innovazioni, il caro Zuckerberg ne ha già approvate abbastanza. Ma il successo di questi strumenti risiede proprio nella loro capacità di innovarsi continuamente ed adattarsi alle esigenze dei consumatori. Così, questa funzione ancora in fase di test, potrebbe dare il via ad una nuova svolta.

Home News Varie Volvo: le auto a guida autonoma hanno riscontrato problemi nel rilevare i canguri

Volvo: le auto a guida autonoma hanno riscontrato problemi nel rilevare i canguri

E-mail Stampa PDF
tecnologiaE' ormai da diversi anni che uno degli argomenti più interessanti legati al mercato delle automobili è diventata la tecnologia che si trova alla base delle vetture a guida autonoma, una strada aperta da Google con il suo progetto avviato già diversi anni fa e che, dopo vari test su strada, ha spinto sempre più aziende del settore e colossi specializzati nella produzione di auto a investire nella realizzazione di mezzi di trasporto del genere, per andare incontro ad un futuro ormai sempre più vicino in cui le auto a guida autonoma si muoveranno nelle nostre strade offrendo un livello di sicurezza che, secondo le previsioni, dovrebbe ridurre drasticamente il numero di incidenti stradali, soprattutto quelli provocati dall'errore umano.

L'obiettivo annunciato dalla gran parte delle aziende che hanno deciso di creare auto che si guidano da sole prevede di lanciare sul mercato i primi modelli non prima dei prossimi quattro o cinque anni, e tra queste troviamo anche la svedese Volvo Cars, che dopo aver di recente annunciato la decisione di realizzare esclusivamente auto a impatto zero dal 2019. Volvo, tuttavia, è impegnata anche nei test legati alla guida autonoma, ed è in questi giorni che arriva un curioso dettaglio che i tecnici della società svedese hanno scoperto nel corso dei test effettuati in Australia. Sembra che la tecnologia alla base della guida autonoma, abbia problemi nell'identificare alcuni animali, e nello specifico i canguri.

Canguri guida autonoma
A tutti almeno una volta nella vita è capitato che un animale attraversasse la strada improvvisamente costringendo ad una brusca frenata, ed è per questo che anche i sistemi di guida autonoma sviluppati fino ad oggi sono stati realizzati tenendo a mente anche questo e riuscendo quindi a rilevare, oltre che gli ostacoli, anche gli animali che invadono la strada, agendo di conseguenza. Nel corso dei test effettuati in Australia con la collaborazione di Nvidia e della compagnia Autoliv, specializzata in sistemi di sicurezza, il produttore svedese ha scoperto qualcosa di molto interessante che necessita di ulteriori miglioramenti.

Kevin McCann, Managing Director di Volvo Australia, ha confermato che durante i test è emerso come la tecnologia delle auto a guida autonoma ha dovuto fare i conti con non poche difficoltà nel rilevare il passaggio dei canguri, e questo sarebbe stato attribuito al particolare modo in cui questi animali si muovono, compiendo dei salti. I tecnici Volvo hanno notato che nel momento in cui i canguri sono a mezz'aria, i sistemi di guida autonoma li rilevano ad una distanza maggiore rispetto a quella reale, e tutto torna nella norma quando i canguri toccano di nuovo terra. La spiegazione è da trovare nel fatto che questa tecnologia per calcolare la distanza degli ostacoli da rilevare, prende in considerazione la posizione del terreno, e ciò sarebbe reso difficile dal movimento dei canguri.

Quello che all'apparenza senza una curiosità, in realtà dimostra ancora una volta quanto importante sia la raccolta di dati attraverso test su strada delle auto a guida autonoma, per ottimizzare questa tecnologia e riuscire a creare uno strumento che prenda in considerazione ogni evento che potrebbe verificarsi sulla strada, prima che questa tecnologia possa effettivamente arrivare sul mercato, cambiando in maniera radicale il trasporto su strada.

Fonte: The Verge



PLEASE_REGISTER_TO_ADD_COMMENTS oppure discutine nel Forum di discussione.
Per ricevere tutti gli aggiornamenti del sito iscriviti alla newsletter o sottoscrivi il Feed RSS, oppure seguici in tempo reale su Twitter.
 
Acquista un iPhone 5 o un Samsung Galaxy scontati del 90%, aste al centesimo Bidscream

"Nessuna classe tecnologica è definibile 'hi-tech', e la definizione stessa varia con il passare del tempo, cosa che ha portato gli uffici marketing delle varie aziende a descrivere via via praticamente ogni prodotto come high tech"

Abbonati al Feed RSS Segui il canale YouTube Vai al Forum di discussione
Seguici su Twitter Diventa Fan su Facebook Seguici su FriendFeed
Diego Magnani è Microsoft MVP - Windows Mobile

Windows Phone Italy fa parte del gruppo Mobius di Microsoft

Magicland
Miragica

Website Translation

English French German Italian Portuguese Russian Spanish

Sondaggi

Quale vorresti fosse l'argomento della prossima rubrica di Hi-Tech Italy?
 





Cerca un Prodotto:

QR Code

QR Code di Hi-Tech Italy

Chi è online

 1007 visitatori online

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information